top of page

Leon Battista Alberti

Aggiornamento: 2 mar 2023

di Gianluca Ferrari

Leon Battista Alberti, nato illegittimo come Leonardo da Vinci, diverrà uno dei più poliedrici ingenii del Rinascimento; come Leonardo da Vinci. Architetto, matematico, teorico dell’arte, crittografo, scrittore, musico, fisico, chimico pedagogo, ecc, nonchè atleta allenato al nuoto, alla corsa al cavalcare e al lancio di palla; l’Alberti incarnerà appieno il concetto di “homo novus”, il modello umanistico dell’uomo universale. In gioventù taluni cimenti amorosi instilleranno in lui una certa vena misogina inducendolo a giudizi disincantati sui “moti inconsulti dell’amore”, invitando i giovani maschi a diffidare degli inestricabili e distruttivi lacci femminili della passione per aspirare ad una vita libera e sana. A Rimini uno dei suoi capolavori: il Tempio malatestiano; papa Pio II lo definì: “non tempio di cristiani bensì di infedeli adoratori di demoni.” Leon morirà a Roma e della sua

tomba si son perse le tracce.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page